Waldorf Steiner , si celebra il centenario

Waldorf Steiner : ‘Il divenire dell’essere umano tra scienza e arte’
A Reggio Emilia il 29 e il 30 e il 31 di marzo si terrà  grande convegno dedicato al Centenario delle scuole Waldorf .  Avrà un carattere internazionale : parteciperanno il professor Henning Kullak-Ublick che è anche il
responsabile delle celebrazioni dei Waldorf 100 in tutto il mondo, un formatore e insegnante sudafricano, una maestra
fondatrice di scuole che opera in Israele ma che anche in India  e in Nepal e tante altre affascinanti figure di questo mondo scolastico. Un bellissimo modo quindi per
celebrare questo centenario. Il  convegno ‘Il divenire dell’essere umano tra scienza e arte’ si terrà al centro internazionale Loris
Malaguzzi, una realtà che ospita sempre iniziative di
carattere pedagogico e collegate a Reggio children che è conosciuta in tutto il mondo .

Nella prima giornata verrà posta al centro l’antropologia antroposofica, fondamento conoscitivo della pedagogia Steiner Waldorf attraverso due conferenze cui seguiranno nel pomeriggio workshops con medici e pedagoghi ed una conferenza dove le recenti scoperte nell’ambito delle neuroscienze saranno messe in relazione all’educazione. Nella seconda giornata il tema dell’educazione verterà verso  la dimensione artistica dell’insegnamento nella pedagogia Steiner Waldorf. Contributi dal mondo e dall’Italia si succederanno per mostrare la qualità universale di una pedagogia diffusa nei 5 continenti e sempre più presente anche in Italia.

La Federazione delle scuole Steiner Waldorf in Italia associa 30 realtà scolastiche variamente composte e 8 enti aggregati (realtà che sono in attesa di diventare socie) che gestiscono 36 scuole dell’infanzia, 25 scuole primarie, 22 scuole secondarie di primo grado, 2 scuole secondarie di secondo grado e 8 centri di formazione. Vi sono una 65/70 realtà non socie generalmente troppo piccole, 8 hanno scuole consolidate, circa 30 hanno asili o gruppi gioco e le restanti 30 – 32 realtà si occupano di promozione culturale.

La sera della seconda giornata uno spettacolo di euritmia concluderà i lavori. Nella terza giornata  ci saranno anche personalità del mondo istituzionale per immaginare insieme come in Italia  si possa portare avanti questo
impulso legato alla libertà di educazione e nel mondo di scuole private che operano all’ insegna della libertà di educazione.