Vocali e consonanti : come vengono apprese in una prima classe di una scuola steineriana.

Vocali e consonanti nelle scuole steineriane vengono portate ai bambini attraverso una storia ed è come se queste prendessero vita nel racconto. Facile è portare l’esempio delle consonanti che il maestro può presentare con fossero degli animali . Ad esempio la G può essere un gatto disegnato quando si raggomitola su se stesso. Invece le vocali sono più legate alle emozioni .

Sentite le parole della maestra Cristina Battaglini nel video e se volete vedere altri contenuti legati alle scuole steineriane ed alla visione dei bambini e dei ragazzi secondo le interpretazione degli scritti di Rudolf Steiner ecco un elenco di alcuni degli argomenti che ho affrontato nel blog e anche in alcuni video:

-la preadolescenza , parla il maestro Ulcigrai

gli insegnamenti ad epoca del maestro Rossetti

-i riti : San martino

imparare le vocali

Le lavagne che ho utilizzato nel video e che vedete nelle foto a fianco sono a cura del maestro steineriano Marco Rossetti. Gli insegnanti nelle scuole Waldorf impiegano tempo e dedizione nel preparare le lavagne per la loro classe. Anche nel video trovate l’esempio della bambina di nome Aurora, che rappresenta la lettera A, e che allarga le braccia al cielo in segno di accoglienza e gratitudine per le ritrovate stelle nel cielo. La presentazione delle vocali, così come proposta dalla maestra Cristina Battaglini, è dunque legata alla storia di questa bambina, Aurora, che va alla ricerca delle stelle perdute. E osì come la storia viene raccontata, viene anche raffigurata sulla lavagna in modo che per i bimbi, l’apprendimento dell’alfabeto, sia legato ad un’esperienza emotiva e non di memorizzazione di un simbolo grafico. I bambini poi disegneranno sui loro quaderni le lettere e le figure, utilizzando le cerette, pastelli in cera naturale. Nelle scuole steineriane, infatti, c’è grande attenzione anche al materiale scolastico utilizzato dai bambini e agli arredi delle scuole, in modo che il tutto sia il più naturale possibile e , quando è possibile, realizzato da chi fa parte della scuola. Un esempio. Spesso i banchi scolastici sono realizzati dal gruppo legno, genitori che si occupano di falegnamenria. A questo argomento dedicherò presto un articolo.