Vellutata di zucca. Ricetta in versione light e in versione più nutriente

Per la vellutata non è la stagione migliore, va detto, sia perchè d’estate si desiderano cibi più freschi, sia per gli ingredienti non sempre reperibili, ma per quei fortunati che sono riusciti a fare scorta di zucca ecco a voi una ricetta che, garantisco, piace anche ai bambini.

650 gr di zucca

800 gr di acqua

1 porro

qualche foglia di alloro

sale qb

Tagliate la zucca a pezzetti e mettetela in una casseruola con un po’ d’olio insieme al porro sminuzzato. Dopo aver lasciato soffriggere il tutto per un minuto unite l’acqua fredda, mettete il coperchio e lasciate cuocere per circa 15 minuti. Servono ancora 5 minuti per completare la cottura, decidete voi se finire la cottura col coperchio o senza. Io di solito lo tolgo perchè la zuppa risulti più cremosa e meno liquida. A cottura ultimata frullate con un frullatore ad immersione e servite con crostini e, assolutamente da provare per chi non lo conoscesse, aggiungete un cucchiaio di gomasio. Altro non è che sesamo tostato e tritato con sale . Mia figlia lo adora.

Potete provare anche la versione più ricca, la volta in cui magari siete più affamati. Si può aggiungere al tutto dello yogurt di soya al naturale. Lo potete mischiare alla vellutata a fine cottura dopo averla lasciata intiepidire.

Se volete altre ricette vegetariane come questa non vi resta che sfogliare il mio blog. Per questa stagione sono ottime quelle a base di rapa rossa, che trovate a queto link.

D’estate fanno bene perchè rimineralizzano.

Qualcosa di più sulle rape rosse

Le rape rosse contengono pochissime calorie (solamente 19 per 100 grammi di prodotto) e tanta acqua quindi sono dietetiche, depurative e rinfrescanti. Data la ricchezza di minerali, la rapa rossa s’inserisce tra gli alimenti fortemente rimineralizzanti e sembra che, le sostanze chimiche presenti nell’ortaggio, siano in grado di rivitalizzare i globuli rossi e riequilibrare i livelli di ferro nel sangue.