Tortino di riso venere, le ricette di Andrea Arquà

Tortino di riso Venere con zucchine e mandorle su crema di piselli: è la squisita ricetta che ha preparato Andrea Arquà, chef di cucina naturale, in occasione della registrazione di una puntata di Ricette per vivere bene che andrà in onda domani sera, lunedì 26 giugno, su Telecolor. Non perdetevi l’intera puntata se volete sapere come preparare anche golose polpette di tufo ed un decotto perfetto per l’estate.

COSA SERVE (PER 4 PERSONE)

350 g di riso Venere
1 porro a rondelle
2 zucchine
1 scatola di piselli già lessati 1 cipolla dorata

Mandorle q.b.
Prezzemolo
Sale, pepe e olio extravergine d’oliva q.b.

PREPARA

Cuoci il riso seguendo le indicazioni sulla confezione. Intanto scalda l’olio in una padella e fai rosolare il por- ro, poi aggiungi le zucchine tagliate finemente e lasciale cuocere finché non saranno morbide.
In un’altra padella metti la cipolla tritata finemente a do- rare con un paio di cucchiai d’olio, aggiungi i piselli e cuoci per 5-10 minuti. Insaporisci con sale, pepe e frulla in un robot da cucina fino a ottenere una crema fluida. Disponi la crema di piselli sul fondo del piatto poi, aiutan- doti con un coppapasta, crea il primo strato del tortino di riso, aggiungi il ripieno di zucchine trifolate e copri con un altro strato di riso.
Guarnisci con le mandorle tritate grossolanamente, una foglia di prezzemolo e infine togli il coppapasta.

Qualcosa di più su Andrea Arquà

Andrea Arquà, vegano da più di dieci anni, chef naturale e terapista alimentare, cerca di trovare nei suoi piatti il giusto compromesso tra la visione scientifica del cibo, tipica della cultura occidentale, e quella energetica, tipica della cultura orientale, creando ricette sane ma stuzzicanti. Nel 2014 crea Veg Lab, una scuola di cucina con lo scopo di divulgare una possibile scelta alimentare più sana ma non per questo meno gustosa.E’ autore di IO SUPER VEG

Qualcosa di più sul libro, Io super Veg

Un libro per tutti: vegani doc, simpatizzanti, scettici, creativi ma, soprattutto, perfetto per i curiosi…

Guidato fin da piccolo da un profondo rispetto per ogni essere vivente, dal forte desiderio di difendere e tutelare la vita, lo chef naturale Andrea Arquà ha abbracciato la scelta vegana a seguito di un percorso personale introspettivo.

Una forte necessità di coerenza e la consapevolezza acquisita lo hanno portato a comprendere, in un’ottica scevra da esagerazioni ideologiche, che per migliorare le pessime condizioni di tanti animali la prima rivoluzione da compiere è dentro ognuno di noi.

Tutti possiamo essere supereroi nel nostro piccolo, facendo la differenza con le nostre scelte quotidiane – allo stesso tempo “giuste” e gratificanti – che partono dal carrello della spesa.

Con le sue ricette, l’autore si pone proprio questo obiettivo: non “convertire” nessuno ma dimostrare, invece, che ci sono altri modi di mangiare, altrettanto gustosi e, perché no, più sani, rispetto alla tradizione “carnivora”.

Arquà propone la sua “rivoluzione pacifica” attraverso un approccio “laico” e “tight” al fenomeno, raccontandoci la sua personale interpretazione della cucina vegana con proposte semplici, piacevoli e sane che utilizzano ingredienti genuini di facile reperibilità.

Un libro per tutti coloro che desiderano sperimentare senza preconcetti un nuovo modo di cucinare, scoprendo delle valide alternative per arricchire e variare il proprio menu.

Tante ricette sfiziose da provare divertendosi:

  • Colazione (dolce e salata)
  • Lunch box (idee per una pausa pranzo veloce ma gustosa)
  • A tavola in famiglia (la cucina casereccia della domenica)
  • Stupire gli ospiti (piatti a effetto e manicaretti per serate con amici)
  • Picnic e merende (panini imbottiti, tramezzini, merende per grandi e piccini)
  • Dolci senza uova? Si può! (torte, budini, crostate in chiave vegan)
  • Cucina che cura (piatti curativi, decotti e rimedi casalinghi)
By |2017-06-25T11:10:52+00:00giugno 25th, 2017|Ricette|

About the Author:

Mamma, giornalista, curiosa della vita sempre in cerca di novità: tutte queste caratteristiche mi hanno portato ad iniziare un viaggio nel mondo olistico, un vero e proprio raggio di sole in un presente in cui il grigiore troppo spesso prende il sopravvento.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.