Terapia antiacida dei tumori col dottor Fais

Il controllo del pH corporeo e l’importanza del mantenimento di una condizione di alcalinità nella gran parte degli organi ed apparati del nostro organismo per vivere in salute e contrastare le malattie. E’ questo uno degli argomenti che sto approfondendo in preparazione alle interviste che ho programmato per settembre. Dopo aver affrontato il tema in una puntata di Laboratorio salute andata in onda su Telecolor  a cui intervenne il Naturopata e iridologo Rocco Palmisano, il prossimo step sarà quello di riaffrontare la questione con il medico Stefano Fais, Dirigente di Ricerca nel Dipartimento di Oncologia e Medicina Sperimentale dell’Istituto Superiore di Sanità, coautore insieme a Rocco Palmisano de “L’Approccio Antiacido per la Prevenzione e la Cura delle Malattie”, edito Saipo. Un capitolo del libro tratta di terapia antiacida dei tumori e riporta sia esempi già pubblicati su riviste scientifiche internazionali sia evidenze empiriche che supportano l’uso di un approccio antiacido o alcalinizzante nella prevenzione e cura delle malattie. A tal proposito incontrerò anche chi la malattia e la terapia antiacida l’ha vissuta sulla propria pelle. Massimiliano Diaco è il figlio di un uomo che dopo tanta sofferenza a causa di tumori che lo avevano colpito ripetutamente a più organi e dopo alcuni cicli di trattamenti tradizionali si è sottoposto alla terapia antiacida. “Non so se sono completamente guarito- racconta- Ma una cosa sicuramente posso dirla: mi sento benissimo”

Qualcosa di più su Stefano Fais

Stefano Fais, si è laureato in Medicina e Chirurgia nel 1981. Per circa 15 anni ha condiviso l’attività di medico con l’attività di ricerca, nel 1994 decide di dedicarsi completamente ad essa. È stato Direttore del Reparto Farmaci Anti-Tumorali attualmente Dirigente di Ricerca nel Dipartimento di Oncologia e Medicina Sperimentale dell’Istituto Superiore di Sanità. Autore di più di 200 fra lavori scientifici, monografie e libri. Inventore di 10 brevetti.

Questo a sottolineare come Stefano Fais fa parte integrante del mondo della ricerca scientifica ed ogni affermazione da lui fatta o scritta ha dietro evidenze scientifiche pubblicate su riviste internazionali di impatto. Certo è che scrivere questo libro ha rappresentato e rappresenta un rischio per Stefano Fais, perché effettivamente rappresenta un tentativo di rendere più popolare e comprensibile a quanti più possibile un approccio che si può definire alternativo alla attuale terapia dei tumori, ma definitivamente basato su evidenze sperimentali sia pre-cliniche che cliniche. Scrivere il libro insieme a Rocco Palmisano, che invece è una naturopata e fa parte del mondo che viene continuamente attaccato dalla comunità scientifica internazionale e dai media, è stata una grande prova di coraggio; con la convinzione che ne è già valsa la pena.

Credo che sia importante sottolineare come questo libro non ha precedenti al mondo. Perché non esiste un testo che propone un approccio alternativo per la cura della salute scritto da uno scienziato e da un naturopata. “Chi lo ha letto fino in fondo – racconta il dottor Fais – ha avuto parole di grande soddisfazione ma, purtroppo siamo in un paese nel quale non vi sono mai state due importanti caratteristiche presenti nella gran parte dei paesi del  nostro pianeta: la cultura del fare sistema ed il senso di identità nazionale. Questi due aspetti portano automaticamente a valorizzare le eccellenze del paese di appartenenza e a rinforzare il senso di appartenenza che porta comunque a difendere il proprio paese anche nei momenti difficili. Basti pensare che un uomo che in passato queste cose le aveva dette e ridette , Enrico Mattei, è stato fatto saltare in aria mentre era sul suo aereo. Ma insomma ci si aspetterebbe veramente che una impresa del genere fosse supportata in tutti i modi possibili, ma non è stato, almeno sinora, così”.

By |2017-07-18T15:26:44+00:00luglio 19th, 2017|Salute|

About the Author:

Mamma, giornalista, curiosa della vita sempre in cerca di novità: tutte queste caratteristiche mi hanno portato ad iniziare un viaggio nel mondo olistico, un vero e proprio raggio di sole in un presente in cui il grigiore troppo spesso prende il sopravvento.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.