Orto in cassetta , come realizzarlo

Orto in cassetta , ormai è fatta . Ho comprato la cassetta montabile, i sassolini d’argilla , il terriccio bio e mi sono messa al lavoro aiutata dai nonni , con la loro esperienza e da mia figlia di 7 anni col suo grande entusiasmo.
Una delle prime cose da decidere è quali piantine acquistare. Anche sulle etichette è indicata l’associazione di piante amiche che reciprocamente si fanno del bene. Io ho acquistato  delle piantine di fragole e delle piantine di lattuga. Entrambe dovrebbero essere pronte da mangiare tra un mesetto. Insieme migliorano la resa del terreno agendo contro i parassiti. Serve inn particolare per ottimizzare uno spazio molto ridotto.
Se non vogliamo spendere soldi per i contenitori possiamo andare a  un mercato, ci prendiamo una bella cassetta di legno
e la foderiamo con il tessuto non tessuto che si trova in tutti i vivai e ferramenta ed è estremamente economico:  costa circa 10 centesimi al metro. Dopo aver fatto questo fondo e rivestito le pareti allora dobbiamo
mettere l’argilla espansa . La mettiamo all’interno della cassetta in modo tale da riuscire ad avere un fondale basso. A questo
punto dobbiamo mettere il terriccio.  Ne servono circa 25 litri per la misura di una cassetta da frutta.
Questo ci permette di avere un’altezza di almeno 30 centimetri. Ci serve per poter piantare. A  questo punto arriva la parte più
divertente cioè quella della consociazione delle piante.
Le fragole con la lattuga. Questa consociazione sfrutta una tecnica della consociazione di essere repellente contro i parassiti. Altri esempi di consociazione sono i peperoncini che sono della
famiglia dei peperoni con l’ insalatina. Qui abbiamo il metodo della consociazione dei diversi tempi di maturazione.

Come piantare

Dobbiamo innanzitutto creare dei punti dove inserire le nostri piantine comprate. Utilizziamo delle piccole palette oppure dei cucchiai. Inseriamo la piantina ed è fatta. Subito dopo innaffiamo con delicatezza. Non è cattiva norma innaffiare poco tutti i giorni.