Orientamento letto , spunti dal Feng Shui

Orientamento letto . Come detto nel precedente articolo la priorità n.3 nel posizionamento del letto per avere un buon sonno è quella di valutare il suo orientamento. Qui le opinioni sono innumerevoli. Diciamo che solitamente è consigliato porre la testata verso est . Ho trovato interessante però l’indicazione di ruotare verso nord, nord-est quando si fanno lavori stancanti mentalmente ma non fisicamente. Sui punti cardinali ho poi letto una cosa ed il suo opposto però mi sono riproposto di tentare con questa indicazione. Sempre tenendo presente le altre priorità già scritte. In sintesi. Priorità n.1 la posizione rispetto alla porta di ingresso e quindi che non ci sia una linea diretta tra letto e porta e, priorità n.2, la posizione all’interno della camera da letto.

Altri aspetti.

Se la camera è molto piccola, le possibili posizioni del letto saranno ovviamente ridotte. A questo punto è fondamentale rispettare le indicazioni sulla posizione della camera da letto rispetto all’ingresso per valutare se il livello di protezione è sufficiente. Se, invece, la stanza è più ampia si possono sfruttare dei trucchetti; ad esempio, l’inserimento di un tappeto tra la porta e il letto. L’accessorio determina un passaggio da superare, che fa apparire il letto ancora più sicuro e favorisce un buon sonno. Allo stesso tempo la camera da letto non può essere troppo grande, perché altrimenti perde le sue caratteristiche di protezione. Infondo è una stanza yin , dedicata al risposo e non Yang. A volte, anche una grande finestra o porta finestra frontale al letto può portare un disturbo. Meglio porre dei serramenti o delle tende.

Di base ciò che è importante è cercare il punto più stabile e sicuro