Le discipline bionaturali ed il maestro Pino Ferroni. Non perderti l’appuntamento in Feltrinelli

Le discipline bionaturali ed il maestro Pino Ferroni

Oggi si stanno diffondendo sempre di più tra gli studiosi, ma anche tra la gente comune, l’interesse verso le discipline bionaturali ed il concetto di un corpo liberato dai traumi, causa della corazza caratteriale, e dalle colpe. Un corpo il cui benessere non può prescindere da quello di anima e mente. E’ questo un pensiero molto interessante che viene sviluppato sotto tutti i suoi aspetti e, integrando la cultura orientale con quella occidentale, nel libro “Il corpo ritrovato” di Pino Ferroni, maestro di vita oltre che di discipline bio-naturali e olistiche. Se ne parlerà giovedì 10 maggio alla libreria Feltrinelli di Parma e in quella occasione io sarò a fianco del maestro Pino Ferroni per intervistarlo sul contenuto della sua opera. Il libro si rivolge in particolare agli aspiranti operatori olistici ma di certo attirerà anche un pubblico diverso, vista l’attenzione sempre maggiore che sta riscuotendo l’approccio più “naturale” alla vita, alla salute, alla felicità. E’ come se l’opinione pubblica si stesse risvegliando da un torpore dove ci si affidava agli altri, ai medici in particolare, convinti di poter mantenere la salute attraverso cure e terapie sintomatiche. Oggi la gente sa che è tutto connesso, dentro di noi (corpo, anima, mente), ma anche al di fuori (microcosmo e macrocosmo).

Sono sempre più numerose le persone che ricercano il benessere globale attraverso la prevenzione chiamando in aiuto le conoscenze energetiche proprie della tradizione orientale e fondendole con la cultura occidentale. Ed è proprio qui che è concentrato il grande e singolare lavoro portato avanti dal maestro Pino Ferroni, dalla sua esperienza e da quella dei ricercatori che lo hanno affiancato nel tempo. L’energetica cinese completata con la conoscenza analitica e sperimentale occidentale è l’approccio sviluppato nel libro “Il corpo ritrovato”.

L’energia che subisce la maggiore castrazione dal contesto sociale in cui viviamo, dall’educazione basata sul senso di colpa e dall’atteggiamento negativo e competitivo che ci guida, porta allo stress cronico e all’ansia. È importante invece tendere al proprio equilibrio psicofisico, alla propria salute olistica. A questo scopo ci vengono in aiuto le discipline bionaturali, ma prima di tutto dobbiamo imparare a vivere in modo sereno e reale, autogestendo la nostra salute e il nostro benessere globale.

Qualcosa di più su Pino Ferroni

Ligure, nel 1958, subito dopo il conseguimento della Maturità, è chiamato da una primaria società commerciale italiana ed avviato, per due anni, alla Scuola Superiore di Conduzione e Vendita.

L’essere professionalmente nato come Formatore non lo allontana però dalle sue intuizioni e ricerche psicocorporee, perciò, mentre si specializza nelle tecniche di leadership, continua la sua formazione spirituale in California, sotto la guida del Maestro taoista Hi Chao che lo introduce allo studio del Tao e alla comprensione dei testi della Scuola della Realtà Completa (900-1300 d.C.). Nel frattempo frequenta stage presso l’Istituto Esalen completando lo studio della bioenergia e conseguendo vari Master. Attualmente è Direttore Generale della Scuola di Formazione Personale e Professionale Kairos s.r.l. di Parma, all’interno della quale conduce personalmente i Corsi di Bioenergetic-shen Treatment®, insegna Tao-Yoga, Energetica Cinese e introduce alla comprensione dei Classici cinesi della Scuola della Realtà Completa. Inoltre segue personalmente gli allievi della Formazione Personale e Professionale che vogliono approfondire l’aspetto spirituale della vita. Molte delle sue lezioni sono riportate in: pinoferroni.blogspot.com sia in lingua italiana, sia in lingua inglese.

By | 2018-05-04T10:45:33+00:00 maggio 5th, 2018|Generale|

About the Author:

Mamma, giornalista, curiosa della vita sempre in cerca di novità: tutte queste caratteristiche mi hanno portato ad iniziare un viaggio nel mondo olistico, un vero e proprio raggio di sole in un presente in cui il grigiore troppo spesso prende il sopravvento.

Scrivi un commento