Laboratorio per bambini dedicato a Bruno Munari

E’ dedicato  al grande artista Bruno Munari il laboratorio che vi mostro, realizzato presso la scuola dell’infanzia “Giuseppe Verdi” di Cortemaggiore, in provincia di Piacenza. Si intitola GIOCARE CON TATTO, CAPPUCCETTO E I SUOI COLORI. DAI RACCONTI DI MUNARI GIOCO ED ESPLORAZIONE.

Per Munari era fondamentale conservare l’infanzia dentro di sé per tutta la vita, ossia conservare la curiosità di conoscere, il piacere di capire, la voglia di comunicare. I bimbi con cui abbiamo a che fare, soleva dire, saranno gli adulti di domani è quindi importante aiutarli a crescere liberi da stereotipi, aiutarli a sviluppare tutti i sensi, aiutarli a diventare più sensibili, ad essere più creativi perché secondo Munari un bambino creativo è un bambino più felice. Lui stesso ammetteva che la sua opera più importante erano i laboratori per i bambini perché il suo sogno fu quello di creare una società di uomini creativi e non ripetitivi.

Munari ricordava spesso un antico proverbio cinese: Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco!

Capire che cos’è l’arte è una preoccupazione inutile dell’adulto, capire come si fa è un interesse autentico dei bambini. L’arte, diceva, è in ognuno di noi bisogna solo lasciarla fluire liberamente… se a un bambino date un pennello e i colori e non chiedete nulla colorerà il suo mondo interiore. La creatività deve emergere spontaneamente è importante evitare di correggere o aggiungere.

Munari metteva a disposizione dei bambini i materiali(pennelli, colori e vari materiali), i bambini piccoli toccavano, manipolavano, sporcavano il foglio, esploravano il colore sulle mani, verificavano la consistenza… i più grandi si impegnavano a rappresentare forme derivate dall’osservazione….dipingere, disegnare, colorare, manipolare, costruire solo per il piacere di farlo.

Munari prima e gli operatori dei laboratori da lui ideati poi, illustrano ai bambini i materiali disponibili, danno alcune informazioni di tipo tecnico e spiegano come si fa a fare ma mai cosa si deve fare. Alla fine senza accorgersene si impara giocando, osservando senza ansia da prestazione.

 

Su questi concetti si spiegano le ragioni della scelta del laboratorio dedicato al grande artista. ” Dopo i primi mesi di frequenza dei bambini, in cui abbiamo avuto la possibilità di conoscerci a vicenda, – raccontano le educatrici del Polo per l’infanzia Giuseppe Verdi di Cortemaggiore, nel Piacentino – mi sono accorta di avere di fronte un gruppo  con uno spiccato interesse per l’attività di lettura e drammatizzazione. Anche i due più piccoli entrati a diciotto mesi da subito presentavano buonissimi tempi di attenzione, spessissimo veniva proprio da loro la richiesta di sedersi nell’angolo lettura per farsi raccontare (e a loro volta raccontare) le favole, i libricini preferiti. Poi dall’interesse di una bambina per la favola classica di Cappuccetto Rosso anche il resto del gruppo si è appassionato e il racconto di Cappuccetto è diventato praticamente un appuntamento giornaliero”.

Quando si è trattato di decidere in merito al progetto educativo, consigliate dalla coordinatrice Adriana De Leo, le educatrici hanno scelto un progetto che avesse come sfondo e punto di partenza i libri di Munari “Cappuccetto verde, giallo,blu e bianco”. Questi sono stati e saranno lo spunto per lavorare su diversi aspetti: colore, manipolazione, esplorazione e sperimentazione.

“Non nascondo la mia preoccupazione, il mio timore che i bambini non riuscissero a seguire un racconto in cui non si poteva fare affidamento all’immagine – ha raccontato la maestra – ed invece anche questa volta loro mi hanno sorpreso e anche Cappuccetto Bianco è diventato un must nella nostra sezione”.

Guardate l’intero servizio dedicato ai laboratori del Polo per l’infanzia Verdi di Cortemaggiore, in onda nella seconda parte della puntata di Pianeta bimbo che vi link. Nella prima parte potrete sentire il pediatra ospedaliero Massimo Alosi parlare di parto e allattamento secodo natura.

http://www.telecolor.net/2017/04/munari-montessori-laboratori-creativi-pianeta-bimbo/

By |2017-05-04T14:32:17+00:00aprile 12th, 2017|Infanzia|

About the Author:

Mamma, giornalista, curiosa della vita sempre in cerca di novità: tutte queste caratteristiche mi hanno portato ad iniziare un viaggio nel mondo olistico, un vero e proprio raggio di sole in un presente in cui il grigiore troppo spesso prende il sopravvento.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.