La danzaterapia che arriva da Istanbul

Danzaterapia

La danza terapia che arriva da Istanbul. In questo viaggio in Turchia la mia amica Francesca Ferah Dalla Bernadina ha realizzato un intervista alla danzatrice Farima Berenji. Si tratta di un contenuto dedicato al mondo del sufi master Oruch Guvench.
Ecco l’intervista.

Francesca: Farima sono felice di incontrarti, so che hai creato la Danza dell’Anima e vorrei sapere cosa desideri trasmettere con questa danza e se ci puoi raccontare qualcosa. 

Farima: La danza dell’anima proviene da un antico rituale, nella tradizione iraniana si pensava che una persona dovesse superare sette livelli, che sono le sette creazioni, i sette cammini, le sette manifestazioni del Dio Universale e Dio è nella natura, e di diventare uno con il divino e per essere in grado di raggiungere questi livelli, i sette livelli, una persona deve danzare e come danzi manifesti questa energia, i sette elementi della creazione e poi raggiungi l’ultimo punto che è il divino, è l’anima e per questo motivo l’ho chiamata danza dell’anima.

Francesca: Oh grande, è davvero bellissimo. Quando ti ho incontrata la prima volta mi hai insegnato come usare le mie mani per danzare nella danza Sufi. Potresti spiegarci in merito al significato delle mani?

Farima: certamente. Come ho già menzionato nella Danza dell’Anima nella tradizione della danza Sufi, nell’antico Iran, nell’antica Persia, noi pensavamo che tutto nella natura avesse un’anima e se desideri essere uno con la natura, uno con Dio, uno con l’energia divina devi portarla dentro e quando la porti dentro ti trasformi in quell’elemento e quindi devi iniziare a muoverti come quell’elemento. Nella cultura persiana, nella danza persiana, le mani sono molto importanti. Le mani, come vedi anch’io uso le mie mani, non hai bisogno di parlare, questo silenzio è davvero l’aspetto più importante e con il tuo silenzio tu parli molto e così i gesti delle mani  erano un modo per poter parlare con gli altri anche più della voce, perché la voce può essere cenere ma le mani possono essere morbide, per questo motivo muoviamo molto le nostre mani, le nostre dita e le braccia quando danziamo, soprattutto quando stiamo girando perché dobbiamo creare il movimento, creare le cascate, dobbiamo creare i fiori e tutto ciò arriva dentro, l’energia delle dita è davvero molto importante perché tocchi tutti e li curi con il tuo tocco e quando porti questa energia insieme e muovi le tue mani tu hai questo potere di guarire, guarire anche te stessa.

Francesca: Splendido, molte grazie Farima, ti aspetto in Italia

Farima: anch’io aspetto questo momento 

Francesca: e sono sicura che creeremo qualcosa assieme e siamo già in connessione, felice che ci siamo incontrate qua per i 3 giorni e 3 notti di meditazione Sufi. 

Farima: e quindi Soul Dance.

Francesca: Soul Circle. Grazie

Farima: Grazie
 
By |2018-08-18T09:41:53+00:00agosto 20th, 2018|Hello world !|

About the Author:

Mamma, giornalista, curiosa della vita sempre in cerca di novità: tutte queste caratteristiche mi hanno portato ad iniziare un viaggio nel mondo olistico, un vero e proprio raggio di sole in un presente in cui il grigiore troppo spesso prende il sopravvento.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.