Il linguaggio dei colori e la cromoterapia sono il contenuto di questo articolo.

Il linguaggio dei colori

L’articolo che segue è a cura di Michela Pighi, naturopata e Daniela Patti, consulente olistica.

Il linguaggio dei colori ci aiuta a comprendere la potenzialità del colore come strumento di ribilanciamento mente e corpo, è uno strumento di attivazione della consapevolezza per la comprensione che il colore guida l’anima nel suo linguaggio evolutivo.

Ogni cosa intorno a noi è legata alla luce e ai colori, luce e colori aiutano l’evoluzione, un’alba o un tramonto con i loro colori per esempio muovono all’interno di noi grandi emozioni, al contrario del grigiore e del buio.

Man mano che uno osserva un colore comprende l’importanza di capire meglio il linguaggio del colore, poiché il linguaggio dei colori è insito in noi, è primordiale. I colori infatti corrispondono a degli archetipi quindi a dei simboli che parlano un linguaggio universale che generano dei ricordi e degli stati d’animo.

A meno che tu non sia un artista professionista o un critico d’arte, è giusto dire che il significato del colore e la psicologia si basano principalmente sull’istinto e sull’emozione. Come una persona si sente riguardo a un colore o un disegno è interamente dipendente dall’individuo e non ci sono risposte giuste o sbagliate. Tuttavia, il modo in cui percepiamo il colore può essere spesso attribuito al nostro subconscio e alla nostra storia, oltre che alle preferenze personali.

ll colore non è solo una realtà fisica, ma anche psichica poiché supporta l’integrazione tra la personalità e l’essenza, o anima, di ogni persona. Il vissuto cromatico possiede un’incredibile importanza nella vita di ognuno di noi e, quando osserviamo la modalità di percezione del colore e come utilizziamo i colori, comprendiamo la natura e lo sviluppo della consapevolezza di ogni essere umano.

I colori sono parte fondamentale della nostra vita, sin da quando siamo bambini essi sono uno strumento attraverso il quale esprimere le nostre emozioni, rispecchiamo la nostra personalità.  Questo ha riscosso un grande interessamento da parte di psicologi e psicoterapeuti che hanno proprio creato un test sui colori. Come sostiene Lucher “ nel vedere un colore non percepiamo sono una vasta gamma di vibrazioni elettromagnetiche ma ne viviamo anche per lo più inconsciamente un effetto emotivo, i colori costituiscono un lingua emozionale che è compresa a livello inconscio”.

Come scrisse Kandinsky nel 1910 “Il colore è un potere che influenza direttamente l’anima”, ci aiuta a riconoscere noi stessi a un livello più profondo attraverso la chiave del colore e a riequilibrare il nostro campo energetico.

”Conoscere il significato del colore significa imparare a conoscere noi stessi in modo più intimo e aprire la finestra sull’anima che tutti desideriamo”.  Rudolf Steiner

La tipologia ippocratica associava ai quattro colori di base altrettanti modelli di comportamento, analogamente faceva la tipologia cinese associando i cinque colori a elementi del macrocosmo e microcosmo.

Lavorare con il colore e la luce significa lavorare con uno strumento che ci può avvicinate alla comprensione di chi siamo.

Nelle puntate successive analizzeremo i 3 colori primari definiti i generatori in quanto dalla loro mescolanza possiamo ottenere tutti gli altri colori con  le loro caratteristiche