I bambini piccoli sono come piccoli fiori che seguono i raggi del sole e chiudono i loro petali per riposare:
noi siamo il loro Sole, ci guardano con venerazione e crescono imitando ogni nostro gesto, parola, atteggiamento interiore.

Se il bambino è nervoso, chiediamoci prima di tutto se i suoi ritmi sono stati rispettati (sonno, veglia, cura dell’ambiente) e poi chiediamoci come stiamo noi. Facilmente, cambiando il nostro atteggiamento e prendendoci cura del nostro stato d’animo, anche il bambino tornerà sorridente e gioioso: lui non porta rancore, vive il presente.

Impariamo dai bambini a ri-vivere con pienezza il nostro presente: loro sono i migliori insegnanti in questo, e anche noi lo siamo stati : )
e possiamo farci questo dono a vicenda!

a cura di Barbara Ortolan