I cereali senza glutine fanno bene all’intestino

I cerali senza glutine sono indicati per combattere il gonfiore addominale. Lo ha spiegato la naturopara Simona Oberhammer e qui sotto vi riposrto le sue parole.
‘Gli zuccheri che sono nei carboidrati, sia appunto nei carboidrati semplici, come per esempio la frutta o lo zucchero, o nei carboidrati complessi, come per esempio i cereali,  quando arrivano alla flora batterica intestinale,
sono automaticamente sottoposti a fermentazione . Questo vale per il grano, in particolare ma ci sono carboidrati migliori da consumare .
Allora, innanzitutto è importante la forma del carboidrato. In Italia particolarmente si è abituati a mangiare soprattutto la pasta o il pane. Ma il carboidrato, in caso di gonfiori addominali,  migliore è quello in chicco.
Quindi consumare il carboidrato sotto forma di chicco è una valida alternativa. Per esempio il riso, pur contenendo amido, non provoca i gas.  Sono ancor più utili in caso di pancia gonfia i cereali con una buona quota proteica, ovvero quei cereali che, insieme ai carboidrati, hanno anche una componente proteica. E ce ne sono alcuni che ne hanno una componente maggiore rispetto agli altri.
I cereali in chicchi migliori che  in caso di pancia gonfia sono la quinoa, che è un finto cereale che ha dei carboidrati ma anche una buona quota proteica e il grano
saraceno che è molto valido, perché è anche un cereale rinfrescante.
È anche molto valido l’amaranto.
I cereali come la quinoa, il grano saraceno e l’amaranto sono in realtà detti pseudo cereali, perché non appartengono alla famiglia delle graminacee, cioè quella dei veri cereali.
Questi cereali sono praticamente molto poveri di glutine e, rispetto ai cereali tradizionali,
sono appunto una buona fonte sia di carboidrati che di proteine e di aminoacidi essenziali.
Ora, il consumo di questi chicchi, che sono più proteici, è ottimo in caso di gonfiori
addominali.