Giornalismo scientifico , un convegno con Fabiola Gianotti, direttore generale del CERN di Ginevra

Giornalismo scientifico , un convegno con Fabiola Gianotti, direttore generale del CERN di Ginevra intervistata da Giovanni Caprara, presidente Ugis, unione giornalisti italiani scientifici.

Il giornalismo scientifico è stato protagonista a Piacenza ieri sia per la presenza di ospiti illustri , tra cui Fabiola Gianotti, direttore generale del CERN di Ginevra, ma anche per la proposta di una nuova carta deontologica del giornalismo scientifico. ‘Informare responsabilmente con la scienza: la carta deontologica del giornalismo scientifico’ è il titolo del convegno che si è tenuto presso l’Auditorium della Fondazione di Piacenza e Vigevano.  Quello che è stato sottolineato è che la corretta comunicazione scientifica deve essere il vero antidoto contro la falsa informazione sempre più diffusa. Ma anche per ‘definire e introdurre un metodo valido a sostegno di una professionalità responsabile per tutti i giornalisti quando scrivono di scienza, ricerca e tecnologia’.

Una fake news che riguardi un personaggio e un fatto di cronaca bianca ha sicuramente un peso ben diverso da una notizia falsa che riguardi per esempio la salute della persona. Questo concetto è stato ripreso più volte dai diversi intervenuti. Molti i giovani nel pubblico che hanno avuto la fortuna di poter ascoltare parole che possono essere di grande stimolo. La Gianotti in particolare ha parlato del  Cern come di ‘un’avventura umana molto speciale. Si cresce nel modo giusto. Vediamo giovani animati da tantissima buona volontà. E’ un’esperienza arricchente. Siamo grati ai nostri padri fondatori per aver creato qualcosa che è importante per un’umanità migliore. Oggi ce n’è veramente bisogno’.

L’appuntamento piacentino con la scienza sta assumendo sempre più rilievo. E’ infatti arrivato al terzo anno, in Emilia Romagna ( con eminenti personalità per comunicare la scienza, la ricerca e le applicazioni tecnologiche) ed è parte del programma pluriennale per ricordare Edoardo Amaldi:“figlio illustre” di Piacenza e personalità internazionale decisiva per lo sviluppo della scienza in Europa, a 110 anni dalla nascita. Aprì il ciclo nel 2016 Piero Angela, il più autorevole divulgatore scientifico d’Italia, noto per le trasmissioni televisive da lui condotte. Nel 2017 fu  Luca Parmitano a raccontare la sua esperienza da astronauta sulla Stazione spaziale internazionale. Quest’anno Fabiola Gianotti, prima donna ad essere incaricata a diventare  direttore generale del CERN di Ginevra. E’ un personaggio destinato ad avere sempre più popolarità nonchè influenza:  Forbes l’ha inserita nell’elenco delle 100 persone di sesso femminile più potenti al mondo. Ha tenuto un’interessante ‘lectio magistralis’ in cui ha illustrato l’avventura delle origini dell’universo osservate al CERN il prestigioso laboratorio di fisica , il più grande del mondo. Sul palco insieme a lei Telmo Pievani dell’Università di Padova, che ha spiegato gli enigmi dell’evoluzione della vita sulla terra e Paolo Soffientini dell’IFOM, Istituto Firc Oncologia molecolare e musicista.

Per altri appuntamenti culturali clicca qui

By |2018-12-01T16:44:35+00:00dicembre 2nd, 2018|Hello world !|

About the Author:

Mamma, giornalista, curiosa della vita sempre in cerca di novità: tutte queste caratteristiche mi hanno portato ad iniziare un viaggio nel mondo olistico, un vero e proprio raggio di sole in un presente in cui il grigiore troppo spesso prende il sopravvento.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.