Formaggio vegano a base di frutta secca ed altre creme spalmabili

Il formaggio vegano a base di frutta secca può essere una valida alternativa ai formaggi stagionati per tutti coloro che, per scelta o per necessità, non possono mangiare latticini.

E di formaggio vegano mi hanno parlato, mostrando alcune preparazioni, i blogger di Cucinare secondo Natura, Jessica e Lorenzo. Li potrete vedere nella prossima stagione di Ricette per vivere bene in onda su Telecolor, intanto ecco la ricetta insieme ad altre di creme spalmabili vegane.

Forme di frutta secca stagionateformaggio vegano

Ingredienti

Per la base:
anacardi, mandorle, noci di macadamia, semi di girasole o
semi di zucca

Starter per la fermentazione:
fermenti per yogurt
di origine vegetale, miso

Insaporitori e coperture:
erbe aromatiche e spezie (rosmarino, basilico, prezzemolo, origano, maggiorana, salvia, erba cipollina, timo, paprika, curcuma, peperoncino, aglio secco, erbe spontanee, fiori, livito alimentare in scaglie, ecc.)

Partendo dalle creme descritte nella pagina precedente potete realizzare dei buonissimi e saporitissimi formaggi stagionati. Ci avvaliamo qui di due tecniche già viste e sperimentate: la fermentazione e l’essiccazione.
Una volta frullati anacardi, mandorle, noci di macadamia, semi di girasole o di zucca, in purezza o combinati tra loro, aggiungete uno starter per la fermentazione. Vi suggeriamo i fermenti per lo yogurt o il miso. Il miso ha un sapore molto forte e caratterizzante, se lo usate non occorre salare. Come starter potete utilizzare anche rejuvelac, kefir di acqua o kombucha.
Potete aggiungere 2 capsule di fermenti o 2 cucchiai di miso ogni 400 g di crema. Con questa quantità potete preparare 2-4 forme stagionate.
Insieme allo starter condite e insaporite a piacere. Le possibilità sono tantissime.
Se la crema dovesse risultare molto liquida spostatela in un colino e lasciatela sgocciolare 12-24 ore. Se fosse già sufficientemente asciutta mettetela in una ciotola coperta per 24 ore in frigorifero.
Trascorso questo tempo potete procedere con la messa in forma e l’essiccazione. Mettete sul ripiano dell’essiccatore un foglio di carta da forno e utilizzando un coppapasta mettete in forma la crema. Con una spatola ripassate i lati e la parte superiore. Essiccate per 6-12 ore per lato fino a quando l’esterno non si indurirà. Riponete in frigorifero per 1-2 giorni. Poi fate un altro passaggio nell’essiccatore.
Se volete potete guarnire la superficie esterna con spezie, fiori o erbe aromatiche. Fate essiccare nuovamente 6-12 ore per lato.
Rimettete in frigorifero e lasciate stagionare. Attendete almeno un mese prima di consumarle. Potete farle stagionare anche per molti mesi, più aspettate e più diventa compatto e sviluppa sapori decisi e intensi.
La stagionatura deve avvenire in un ambiente non umido e aerato. Questi formaggi, se chiusi in un contenitore, rischiano di sviluppare muffe. Vi consigliamo di girarli spesso.
Ed ora altre ricette vegane:
Crema di anacardi
Ingredienti
200 g di anacardi non tostati e non salati
succo di mezzo limone
olio e sale

Gli anacardi, grazie al loro elevato contenuto di grassi, sono sicuramente l’ingrediente migliore e ideale per la produzione di formaggi veg.
Lavate gli anacardi e ammollateli per 12 ore.
Scolateli senza buttare la loro acqua. Versateli in un frullatore e aggiungete il succo di limone, poca acqua di ammollo, olio e un pizzico di sale. Frullate fino a ottenere una crema morbida e omogenea.

Crema di mandorle

Ingredienti
200 g di mandorle
succo di mezzo limone
olio e sale
Lavate le mandorle e ammollatele per 12 ore.
Vanno bene sia le mandorle pelate che con la buccia.
Scolatele senza buttare la loro acqua. Versatele in un frullatore e aggiungete il succo di limone, poca acqua di ammollo, la punta di un cucchiaino di curcuma, olio e un pizzico di sale. Frullate fino a ottenere una crema morbida e omogenea.
Potete insaporire ulteriormente la crema aggiungendo aceto di mele, erba cipollina e capperi.
Lavate le mandorle e ammollatele per 12 ore.
Vanno bene sia le mandorle pelate che con la buccia.
Scolatele senza buttare la loro acqua. Versatele in un frullatore e aggiungete il succo di limone, poca acqua di ammollo, olio e un pizzico di sale. Frullate fino a ottenere una crema morbida e omogenea.
Potete insaporire ulteriormente la crema aggiungendo aceto di mele, erba cipollina e capperi.
By |2018-06-21T14:31:11+00:00giugno 23rd, 2018|Ricette|

About the Author:

Mamma, giornalista, curiosa della vita sempre in cerca di novità: tutte queste caratteristiche mi hanno portato ad iniziare un viaggio nel mondo olistico, un vero e proprio raggio di sole in un presente in cui il grigiore troppo spesso prende il sopravvento.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.