Crema solare fai da te: 5 ricette facili e veloci

Per la categoria crema solare fai da te e prodotti dopo sole vi propongo 5 ricette facili e veloci!

Crema solare fai da te

Ecco due ricette di crema solare fai da te a cura del formulatore Gabriele Volpi. Nel link potete vedere anche il video tutorial della ricetta.

1.Unguento solare:

Burro karite 100g + ossido di zinco 10g ( protezione bassa)
Burro karite 100g + ossido di zinco 20g ( protezione media)
Burro karite 100g + ossido di zinco 40g ( protezione alta)
Burro karite puo essere sostituito con qualunque olio : mandorle,oliva, semi etc

2.Gel solare:

acqua o infusi, the, 100grammi,
xanthan gam 2g,
ossido di zinco 10g o 20 g o 40g a seconda della protezione

Se invece siete alla ricerca di un prodotto da usare dopo l’esposzione al sole ecco la ricetta di Lena Tritto, appassionata di biocosmesi e consulente di alimentazione  secondo la medicina tradizionale cinese

3. Pomata dopo sole 

20 gr di oleolito di camomilla

20 gr di oleolito di iperico

20 gr di oleolito di elicriso

30 gr di olio di sesamo spremuto a freddo

15 gr di cera d’api (meglio se bio)

10 gocce di Tintura madre di propoli

10 gocce di OE di limone

5    gocce di OE di lavanda

5 gocce di menta

5   gocce Rescue Remedy (fiore di Bach)

Scaldare a bagnomaria in un contenitore di vetro (l’ideale sarebbe una brocca di vetro graduata) gli oli con la cera finchè quest’ultima non si è sciolta (fare attenzione di non superare i 50-60° C) a questo punto versare la propoli agitando bene per amalgamare il tutto.

Fuori dal fuoco aggiungere gli oli essenziale e Rescue Remedy mescolare bene e versare la pomata ancora calda nei vasetti.

Quando la pomata si è raffreddata si chiudono i vasi.

Sempre per la categoria dopo sole guardate l’articolo con Barbara Albini, appassionata di biocosmesi.

4. Crema nutriente al burro di cocco

Basta tenere in frigorifero per qualche ora il latte di cocco in lattina e aspettare che che il burro si separi. Una volta ricavato il burro lo potete applicare direttamente sulla pelle dopo l’esposizione al sole.

Se il vostro focus è sui capelli e sulla loro protezione ecco la ricetta di Lucia Cuffaro, esperta di autoproduzione, che ho intervistato qualche tempo fa. Sotto trovare una ricetta tratta dal sito autoproduciamo.it

5. Spray rinforzante per capelli al rosmarino

In estate i capelli sono messi a dura prova dal cloro delle piscine, o dalla salsedine e vento al mare.

La nostra capigliatura va quindi preparata e rinforzata per l’esposizione al sole. Un ottimo rimedio è la maschera gel ai semi di lino che ho pubblicato sempre sul blog (la mia ricetta preferita!).

Oggi prepariamo un altro tipo di composto a base di rosmarino, che rende più forti i capelli, ed è utile anche in caso di cuoio capelluto irritato, caduta o capelli grassi.

Prepariamo il composto al rosmarino

Portiamo ad ebollizione 250 ml di acqua in un pentolino (meglio se distillata). Quando comincia a bollire mettiamo all’interno anche le foglioline di due rametti di rosmarino(fresco o secco) cuocendo per 5-10 minuti.

Dopo di che spegniamo il fuoco, e lasciamo riposare per 15-20 minuti con un coperchio. Dobbiamo ora filtrare l’infuso ottenuto.

Volendo possiamo aggiungere anche 3 gocce di olio essenziale puro di rosmarino al fine di amplificare l’efficacia del preparato (una volta che il preparato si sarà raffreddato).

Possiamo utilizzarlo per fare l’ultimo risciacquo dopo lo shampoo oppure su capelli asciutti.
In questo secondo caso, quando l’infuso è ormai tiepido lo travasiamo nel contenitore spray. Possiamo poi vaporizzarlo anche tutti i giorni (ad esempio in spiaggia) per rinforzare e rendere più lucida la  nostra chioma.

By |2018-07-04T17:58:15+00:00giugno 29th, 2018|Moda e Cosmesi|

About the Author:

Mamma, giornalista, curiosa della vita sempre in cerca di novità: tutte queste caratteristiche mi hanno portato ad iniziare un viaggio nel mondo olistico, un vero e proprio raggio di sole in un presente in cui il grigiore troppo spesso prende il sopravvento.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.