Colazioni salate e dolci. Ecco 5 idee

La colazione può essere dolce o salata ma, secondo tutti i nutrizionisti, importante è  variarla. 

Ecco 5 idee per voi.

Prima alcune idee dolci: crema budwig, Kissel,

Crema budwig

yogurt di soia ( o latte di avena)

2 cucchiaini di olio di semi di lino, da tenere rigorosamente in frigorifer0

frullo il tutto

aggiungo 2 cucchiaini di grano saraceno in chicchi lavato e frullo di nuovo

aggiungo frutta di stagione

Latte di avena fatto in casa con semi e frutta

4 cucchiai di avena ammollata in acqua la sera precedente

1 cucchiaio di chia ammollata in 1 bicchiere d’acqua la sera precedente

1 tazza ( 240 ml) di acqua

2 mele

1/2 baccello di vaniglia o 1/2 bastoncino di cannella a piacimento

Mettere avena e chia in un contenitore ed aggiungere la tazza d’acqua, frullare con frullatore ad immersione e filtrare. Fare a tocchetti una mela e frullare con frullatore ad immersione ed aggiungere la purea di mela al latte, rifrullare per amalgamare. Aggiungere la vaniglia o la cannella e qualche pezzetto di mela tagliata grossolanamente.

Kissel

“Kissel” addolcito con un cucchiaino di marmellata di frutta rossa e rinforzato con 5 grammi di Spirulina. Un’autentica iniezione di energia vitale: ai componenti del “superfood” spirulina si aggiungono sinergicamente quelli del Kissel, antica preparazione della Etnomedicina russa a base di avena fermentata, ricchissima di sostanze naturali bioattive.

Ed ecco a voi le istruzioni per preparare il Kissel, tratte da un articolo dedicato pubblicato sulla rivista Pianeta Medicina e Salute , a cura di Halyna Korniyenko

Preparazione domestica del Kissel

1. Fermentazione: In un contenitore da 5 litri di vetro, versare 3,5 litri di acqua refrigerata, precedentemente bollita. Versare 0,5 kg di farina d’avena (si possono anche utilizzare fiocchi di avena, finemente tritati con un macinino elettrico) e di 100 ml di kefir. Coprire il barattolo con un coperchio, avvolgerlo in carta spessa e, nella stagione invernale, vicino a fonti di calore. La miscela inizierà a fermentare dopo qualche ora: per accelerare si può aggiungere una fetta di pane di segale. La fermentazione dovrebbe durare non più di un paio di giorni: un processo più lungo può alterare il gusto della bevanda.

2. Filtrazione: Quando il processo di fermentazione è completato, è necessario filtrare la miscela: utilizzare un filtro e un pozzetto, cioè un altro barattolo di vetro da 5 litri. Come filtro usare un colino con un diametro dei fori di 2 mm. Il filtro viene posto sopra il barattolo e la miscela viene versata attraverso di esso. Nel colino si accumulerà un sedimento denso che andrà lavato in acqua fredda corrente, separato in piccole porzioni, mescolando con forza. Il liquido che deriverà dal lavaggio dovrebbe essere tre volte maggiore rispetto al volume della farina d’avena utilizzata.

3. trattamento del filtrato: Il filtrato viene raccolto nel pozzetto, dove sarà lasciato per 18 ore, il tempo necessario perché si formino due strati. Uno superiore, liquido (sovranatante) e uno inferiore, di “precipitato”, di colore bianco. Lo strato superiore viene aspirato con un tubo di gomma, mentre lo strato inferiore, un vero concentrato di avena, sarà utile per la preparazione di fermentati lattici.

Per altri dettagli leggete l’articolo dedicato al Kissel

pancake

ed infine due idee salate

Cecina in padella

100 g di farina di ceci

Acqua

2 cucchiai di olio di oliva

sale

Sciogliere nell’acqua molto gradatamente la farina di ceci con la frusta per non formare grumi. Successivamente aggiungere l’olio e il sale sempre mescolando con la frusta. L’impasto deve essere cremoso, non troppo liquido. Cuocere da entrambi i lati in una padella antiaderente con u filo d’olio.

Panino imbottito con tofu  e verdure

1 baguette

100 g di agretti

3 pomodorini

½  carota

½  zucchina

4-5 fettine di tofu

Salsa di soia (per marinare il tofu e le verdure)

Olio extravergine d’oliva, limone e sale q.b.

PREPARA

Lava gli agretti e, dopo aver eliminato le radici, falli saltare

in padella con un filo d’olio per 2-3 minuti, poi aggiungi il succo di ½ limone.

Lava la zucchina e la carota e con un pelapatate ricava

delle strisce sottili. Taglia un panetto di tofu a fette sottili e mettile a marinare per una decina di minuti con qualche cucchiaio di salsa di soia e olio extravergine d’oliva insieme alle verdure. Nel frattempo taglia i pomodorini.

Taglia a metà il pane e scottalo velocemente in padella

o in forno; e riempi con fettine di tofu carote, zucchine, pomodori e agretti.

By |2018-09-08T13:46:23+00:00settembre 13th, 2018|Ricette|

About the Author:

Mamma, giornalista, curiosa della vita sempre in cerca di novità: tutte queste caratteristiche mi hanno portato ad iniziare un viaggio nel mondo olistico, un vero e proprio raggio di sole in un presente in cui il grigiore troppo spesso prende il sopravvento.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.