Arteterapia: appuntamento di Primavera

Arteterapia

Arteterapia. A maggio, quando la natura sarà nel suo pieno splendore, l’arteterapeuta Barbara Ortolan terrà un laboratorio di Arteterapia presso la Casa d’oro, a Fidenza. I partecipanti potranno realizzare un lavoro creativo che partirà dallo studio e dalla scelta di un artista contemporaneo per lavorare sugli elementi pittorici.
Partendo dalla scelta di un’opera d’arte, verrà fatto uno studio pratico su linea-sfumatura e forma fino ad arrivare ad una nuova creazione, del tutto personale.

Un ciclo di 4 incontri dall’8 maggio al 5 giugno 2017, dalle ore 16.15 alle 17.45.

Contatti:
consapevolarte@gmail.com
per saperne di più http://www.lacasadoro.org/component/content/article/1-interni/63-conferenze-in-autunno.html

Qualcosa di più sull’Arteterapia

Tratto da arteterapia.it

“L’arteterapia è una metodologia che usa i materiali , le tecniche e i criteri di decodifica dell’arte grafico, plastica , pittorica e dei nuovi media (collage, video, graphic novel etc) con finalità preventive, riabilitative e terapeutiche e che nasce “dall’incontro tra due poli distinti: quello delle arti e della terapia, dove l’attenzione non è rivolta all’interpretazione psicologica delle opere o all’addestramento artistico, ma alla decodifica del linguaggio come specchio delle vicende interne e relazionali dell’utente.”(Achille De Gregorio). L’anno è il 1948 e siamo in Inghilterra su iniziativa di uno scultore Adrian Hill, il quale comincia a gestire Atelier per traumatizzati fisici, reduci di guerra. Contemporaneamente in America Margareth Naumburg comincia ad utilizzare il termine arteterapia a seguito del suo utilizzo del disegno come codice di comunicazione con i bambini durante la terapia psicologica. L’arteterapia a modello polisegnico trova ragione d’essere nel potere comunicativo delle immagini. Linee, forma, colore, spazio, volume si fanno “parola”;l’immagine sia essa pittura, disegno, scultura, fumetto, fotografia diventa comunicazione e luogo di relazione. Con le sue immagini la persona che intraprende un percorso arteterapeutico può raccontare dell’idea di sé, della propria visione del mondo, del proprio immaginario. Può narrare della propria “malattia”, del proprio disagio esistenziale, della fatica di vedere futuro ed elaborare possibili soluzioni. Si rivolge ad anziani fragili, disabili, persone con problemi psichiatrici, ai minori in difficoltà, nelle dipendenze da sostanza e alcol, nei disturbi alimentari ma si rivolge anche ad adulti nella cosiddetta area del benessere. L’arteterapeuta opera nei Servizi alla persona o in Atelier privati. L’arteterapia a modello polisegnico attraverso il “fare arte” permette percorsi individuali di introspezione; permette di apprendere modalità di comunicazione non verbale, di reagire alle emozioni e di ripensare alle proprie relazioni. Permette di accedere ed esplicitare contenuti intimi e di elaborarli per trovare le proprie risposte e attivare le proprie risorse per risolvere problemi interiori oppure di raccontare il proprio mondo di relazioni o di diventarne più consapevole.

By |2018-07-27T07:43:10+00:00marzo 22nd, 2017|Arte ed Abitare|

About the Author:

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.