Aparine, la pianta che purifica e disintossica

Aparine è la pianta che depura l’organismo

Ecco la descrizione di Aparine secondo l’erborista Roberto Solimè. E se volete saperne di più leggete la versione integrale dell’articolo sulla rivista Pianeta Medicina e Salute.

Parti utilizzate: Sommità

Caratteristiche: pianta annuale strisciante o ascendente, spesso rampicante su altre piante, alta fino a 120 cm. Fusti quadrangolari molto ruvidi, con piccoli uncini puntati all’indietro; foglie lunghe 12-50 mm, in verticilli di 6-8, lineari-lanceolate o ellittiche, mucronate, con una venatura, margini con uncini puntati all’indietro. Fiori piccoli, ermafroditi in cime ascellari, bianco-verdi, diametro 2 mm. Ovario infero, con 2 caselle. Stili 2. Impollinazione tramite mosche e coleotteri; frutti lunghi 4-6 mm, violacei a maturazione.Habitat: comune in Europa continentale ed isole e nella metà orientale degli Stati Uniti, in Cana-da e nella costa Pacifica, cresce dal livello del mare fino a 2500 metri di altitudine e oltre. Diffusa in Italia, è comune su bordi stradali, in campi incolti, sulle recinzioni e in zone riparate ed umide, dove arriva spesso a soffocare le altre piante che crescono vicine a lei. I semi germogliano e crescono facilmente.

Tradizione erboristico/popolare: il nome galium deriva dal greco gála che significa “latte”, perché alcune specie della pianta hanno proprietà simili al caglio, e aparine dal greco aparein che significa “agganciarsi”, riferito alla proprietà del frutto di attaccarsi ovunque. È  conosciuta con il nome di attaccamani, attaccaveste.Dioscoride la considerava utile come rimedio alla stanchezza, e narra che già gli antichi pastori greci erano soliti fabbricare setacci che usavano per di filtrare il latte intrecciando i suoi fusti. I suoi semi essiccati e appena tostati venivano utilizzati come surrogato del caffè. I contadini inglesi ne favorivano la crescita, in quanto si tratta di uno dei cibi più apprezzati dalle oche, mentre nel nostro paese è sempre stata combattuta aspramente perché “guasta” il latte vaccino destinato alle produzioni casearie. Nella regione inglese del Cheshire, l’omonimo formaggio famoso in tutto il mondo viene prodotto con latte vaccino intero e cagliato grazie al galium aparine.L’aparine appartiene a quella grande classe di piante che per mprivi difficili da determinare è scomparsa dall’uso erboristico italiano, sebbene sia assai nota ed utilizzta ancora oggi in diverse parti del mondo.Nella tradizione anglosassone viene descritto come depurativo del sangue impiegato in infuso nelle cure primaverili. Nella Medicina Eclettica si ritrovano chiare indicazioni per disturbi del tratto urinario quali irritazioni, infezioni vescicali, irritazioni prostatiche, disuria. La medicina naturista popolare consiglia l’aparine contro l’epilessia, l’isteria, il ballo di San Vito, malattie nervose.

Azioni e indicazioni: viene considerata un forte depurativo utile a liberare il corpo dai materiali di scarto, in modo particolare da reni, fegato, pancreas e milza. Presenta una spiccata azione disintossicante mediante l’attivazione degli enzimi deputati al drenaggio delle tossine, utile per la funzionalità epatica.Alterativo linfatico è un rimedio che ha la capacità di ristabilire le funzioni appropriate dell’organismo migliorando lo stato di salute generale e la vitalità. Le viene attribuita la qualità di alterativo linfatico oppure di alterativo di supporto all’aspetto linfatico della circolazione o di pianta in grado di influenzare il sistema linfatico, stimolando la circolazione della linfa e tendendo a disperdere il gonfiore ghiandolare.

By |2018-08-22T13:13:30+00:00agosto 17th, 2018|Salute|

About the Author:

Mamma, giornalista, curiosa della vita sempre in cerca di novità: tutte queste caratteristiche mi hanno portato ad iniziare un viaggio nel mondo olistico, un vero e proprio raggio di sole in un presente in cui il grigiore troppo spesso prende il sopravvento.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.