Addome gonfio , cause e soluzioni

Addome gonfio , cause e soluzioni secondo la dottoressa Debora Rasio.debora rasio gonfiore addome

L’addome gonfio, la pancia gonfia, è un problema cui vanno incontro praticamente quasi tutte le donne specialmente nella fase pre e post menopausa. Sentite l’intervento che ho raccolto online della dottoressa Debora Rasio, a proposito della quale avevo già scritto per un convegno al quale era intervenuta in cui io avevo fatto da moderatrice.
Debora Rasio medico nutrizionista, oncologa, è ricercatore all’Università La Sapienza e dirigente medico dell’azienda ospedaliera Sant’Andrea di Roma.
‘ Ci sono due componenti importanti. Una componente è data realmente dal gonfiore dall’area che viene prodotta da una
fermentazione anomala di residui di cibo, l’altra quota però è anche data da un incremento del grasso endo addominale che è conseguenza del rallentamento metabolico della menopausa. Con la menopausa nelle donne d’improvviso perdiamo questa grande quota di estrogeni prodotta a livello delle ovaie. Il rallentamento metabolico che ne consegue ci rende tutti un pochino più
insulino resistenti.  Sono modifiche ormonali che si traducono in un’alterata risposta ai carboidrati dell’alimentazione che si depositano in forma di grasso all’interno di organi aumentando quindi il volume addominale.

Ma come possiamo affrontare questo problema di addome gonfio con l’alimentazione?

‘La prima cosa è cercare di digerire meglio. Per esempio  inseriamo la frutta a inizio pasto perché in poco tempo viene digerita. Dobbiamo pensare che lo stomaco non è come una centrifuga dove tutto viene mescolato. La prima cosa che entra è la prima che esce. Se noi mangiamo la frutta come prima cosa. Poi la sera consumiamo dei carboidrati a basso indice glicemico. Ci sono adesso delle paste a basso indice glicemico come al farro.

Le verdure ed il gonfiore

‘Ci sono verdure che fanno meglio tipo broccoli, cavolfiori, cicoria . E poi le cotture. La verza per esempio la dobbiamo consumare
passandola direttamente in padella senza lessarla prima vedrete che sarà
molto più digeribile. E l’insalata belga, il radicchio, le zucchine, la zucca. Tutte quelle le cui fibre sono un po’ più delicate e quindi più digeribili’.
By |2019-01-08T19:32:22+00:00gennaio 10th, 2019|Salute|

About the Author:

Mamma, giornalista, curiosa della vita sempre in cerca di novità: tutte queste caratteristiche mi hanno portato ad iniziare un viaggio nel mondo olistico, un vero e proprio raggio di sole in un presente in cui il grigiore troppo spesso prende il sopravvento.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.