Cous cous di cavolfiore, ricetta di Laura Fedele

Il cous cous di cavolfiore è un piatto goloso, per chi ama le verdure, e super leggero. L’ha cucinato per me Laura Fedele, chef vegana, in ovazione della registrazione di una puntata di Ricette per vivere bene. La puntata è stata dedicata alla Psicoalimentazione, un metodo messo a punto da Marilù Mengoni, psicologa, biologa e nutrizionista. Andrà presto in onda su Telecolor.

COUS COUS DI CAVOLFIORE

un piccolo cavolfiore

100 gr di zucca

1 costa di sedano

1 carota

50 gr di mandorle

1 manciata di uvetta

il succo di limone appena spremuto

la scorza del limone

sale marino

olio EVO (spremuto a freddo)

2 rametti di prezzemolo

Tritare il cavolfiore nel mixer senza l’acqua per ottenere la consistenza del cous cous, quindi pulire la zucca, tagliarla molto fina, farla a quadretti e metterla nel succo del limone per 15 minuti; tagliare sedano e carota a pezzetti piccoli e tritare le mandorle con un macinino da caffè (o con il mixer); spezzettare il prezzemolo; a questo punto unire il tutto aggiungendo l’uvetta, la scorza di limone, il sale e l’olio.Qualcosa di più su Laura Fedele

Laura Fedele, Vegan Chef e Ambasciatrice AssoVegan per la Toscana, ha creato il marchio AmoreCudo per divulgare i principi e la pratica del veganesimo e proporre un originale stile alimentare.

Qualcosa di più su Marilù Mengoni

Marilù Mengoni, si laurea con lode in Biologia presso l’Università degli Studi di Siena (iscritta all’Albo dei Biologi Nutrizionisti) e successivamente anche in Psicologia, presso l’Università di Urbino.

Consigliere A.M.I.K. (Associazione Medica Italiana Kousmine) e membro del Comitato Scientifico di AssoVegan.

Nel 2006 ha ideato e registrato il metodo “Psicoalimentazione®”.

By |2017-11-25T13:59:12+00:00novembre 27th, 2017|Ricette|

About the Author:

Mamma, giornalista, curiosa della vita sempre in cerca di novità: tutte queste caratteristiche mi hanno portato ad iniziare un viaggio nel mondo olistico, un vero e proprio raggio di sole in un presente in cui il grigiore troppo spesso prende il sopravvento.

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.